Imparare a programmare da zero - 1/3

Tags : imparare a programmare

Il 95% dei lettori di questo post saranno studenti in fascia di età 12-18 che vogliono creare un videogioco.
Il rimanente 5% sarà invece equamente suddiviso tra chi è incuriosito dall'argomento e chi ha sbagliato a cliccare un link trovato chissà dove ed è capitato qui.

La mia idea sarebbe di creare una specie di guida per chi si avvicina al mondo della programmazione per la prima volta IN ASSOLUTO, senza legarla ad un linguaggio in particolare.
Vediamo che cosa ne esce.

Introduzione - Cos'è un programma?

Direi che questa potrebbe essere non "una", ma "la" domanda che si deve porre chi vuole capire cosa vuol dire "programmare".

Allora smarchiamocela subito con una definizione da scolpire nella pietra:

Un programma è un insieme finito di istruzioni.

come ad esempio una ricetta per fare una torta.

Il programma, come la ricetta, prevede una serie di operazioni da svolgere in un determinato ordine per arrivare ad ottenere il risultato voluto.

Supponiamo, utilizzando come esempio una tipica situazione domestica, di voler insegnare a un robot a fare le torte.
Perchè? Perchè si.

Il robot non pensa, non sa niente, non ha una coscienza.
L'unica cosa che sa fare è eseguire degli ordini, quindi, per spegargli come fare la nostra torta dobbiamo cercare di semplificare al massimo le operazioni, "smontando" il problema del fare una torta in più parti.
Ad esempio:

  • Prendere gli ingredienti
  • Preparare l'impasto
  • Infornare l tutto

Una volta che abbiamo progettato bene il nostro programma-torta, dobbiamo trovare il modo per parlare con il robot per fornirgli l'elenco delle istruzioni che prevede il nostro algoritmo, in modo che lui, azione dopo azione, riesca a preparare la nostra torta.

Come fare?
Per riuscire a dialogare con il nostro robot abbiamo bisogno di un interprete, che trasformi il nostro linguaggio in un idioma comprensibile al robot, il cosiddetto linguaggio macchina, che non è altro che un insieme di 0 e di 1.
(Si, come nei film)

L'interprete (o gli interpreti) che ci verrà in soccorso sarà un linguaggio di programmazione.
Vediamo cosa sono nella seconda parte -> Imparare a programmare da zero 2/3

Comments !